sabato 23 luglio 2016

Il Baguazhang e l'arte di conservare i gioielli di famiglia





Su Dong Hai Chuan se ne dicono di cotte e di crude,anche perchè è un personaggio presente in diversi racconti e fiabe. Poteva volare,camminare sull'acqua,diventare invisibile. E naturalmente inventò il Baguazhang in sogno. I successori o presunti tali ne diffusero storie che erano un miscuglio di verità e fantasia. E quando i vari ricercatori di storie riunirono i racconti...insomma era nato un supereroe modello Stan Lee in una cornice scritta dai fratelli Grimm.
Era nativo delle Hebei, la famiglia proveniva da Chu Chia Wu e si trasferì a K'ai Kou. Erano conosciuti come i Dong di K'ai Kou.
Sulla data di nascita ci sono diverse opzioni...chi dice il 1796 e chi il 1816. Il professor Kang Wu ,quello del duanwei per intenderci,ha portato avanti una serie di studi su Dong partendo da Chu Chia Wu...e ha stabilito che la data esatta dovrebbe essere il 1813. E pare che morì a 69 anni.

Nel bel mezzo della dinastia Ching il Kung fu era molto popolare nella contea di Hsiung,e nella raccolta di cronache della contea si parla di un Dong di K'ai Kou le cui abilità marziali erano fuori dal comune.
Quale stile abbia studiato non si sa,diciamo che ognuno butta acqua al suo mulino. Alcuni dicono abbia studiato Erh Lang,un metodo derivato dal Lohan . Non si esclude che però Pa Fan Chuan,Hung Chuan,Hsing Men,Chin Kang Chuan abbiano avuto influenza sul giovane Dong.
Insomma chi più ne ha più ne metta.

Siccome da “un grande potere derivano sempre grandi responsabilità” come tutti gli eroi ad un certo punto della vita lasciò il suo villaggio,ma cosa sia successo nel mentre, non è chiaro.
Alcuni racconti dicono che girò i quattro angoli della Cina. E studiò studiò studiò...per inciso dato il periodo storico e ipotizzando che la Cina non fosse grande quanto Cefalù,penso che la cosa sia altamente improbabile. Da fare a piedi o a cavallo.

Capire cosa insegnò è ancora più arduo e non si capisce se apprese il Baguazhang o lo inventò insomma un personaggio fantastico patriarca di uno stile fantastico.


Per quanto si dia per scontato che fosse un eunuco realmente anche qui ci stanno diverse storie e leggende. Ma è veramente possibile che costui fosse stato castrato?

Per quanto se ne sa, quella dei castrati è un’“invenzione” cinese, altro che gli spaghetti. Si producevano castrati per farne guardiani del potere. Insieme alla mascolinità perdevano la possibilità di normali rapporti familiari e sociali, e vivevano in una condizione psicologica oscillante tra l’odio di sé, la malinconia e la disperazione. Senza nemmeno perdere l’aggressività, perché, spenta a livello fisico dalla mancanza di testosterone, si ristabiliva sul piano psicologico. Insomma delle fetecchie,poveracci.
Unica possibilità di riscatto, la fedeltà assoluta al signore, dal quale ricevevano in cambio una collezione di titoli ,un po' come i laureati in Italia.

.Ma gli eunuchi rimanevano comunque degli infelici: molti custodivano religiosamente i testicoli in una scatola, raccomandando che venissero seppelliti insieme a loro, per essere uomini completi almeno nell’aldilà.
Oltre alle brutture psichiche ,la mancanza di testosterone sicuramente non ci dona un uomo forte. Il modello di un guerriero imbattibile.
Iquindi mi chiedo?Poteva Dong essere questo genere di sfigato? Molliccio,senza muscoli,depresso...? Guarda caso Dong non era un servitore ,ma un soldato e guardia del corpo di un principe. Non dell'imperatore . E gli eunuchi non facevano ne' li soldati ne' le guardie imperiali.
Alcuni studiosi di esegesi biblica sostengono che il termine EUNUCO era utilizzato in senso più ampio per far riferimento all’incarico di un alto funzionario di corte del re,era usato spesso per gli ufficiali militari. Sembra che sia proprio questo il significato da applicare nel caso di Ebed-Melec, che aiutò Geremia, come anche nel caso dell’etiope di cui non conosciamo il nome a cui diede testimonianza Filippo l’evangelizzatore. Ebed-Melec era evidentemente un ufficiale di alto rango, in quanto aveva libero accesso presso il re Sedechia (Geremia 38:7, 8). E dell’etiope “venuto a Gerusalemme ad adorare” è detto che era il tesoriere della casa reale (Atti 8:27).
Quindi ma se fosse una metafora? Un Eunuco simboleggia un uomo che potrebbe avere in se' caratteristiche maschili e femminili,la duplicità Ying e Yang. Dopotutto il significato è ambiguo. Da una parte è l uomo a cui è precluso ogni godimento della vita sessuale,simbolo anche di continenza e rifiuto della passione;Dall'altro però è anche simbolo del vizio infecondo e sterile.
Ma allora non è possibile che le storie vogliono  tramandare una figura diversa ? Una figura che abbia deciso di non sposarsi per dedicarsi di più alla sua arte?  da qui la vera natura “divina” dello stile?normale è sposarsi (1Cor 7:2), ma alcuni hanno il dono di rimanere non sposati (1Cor 7:7)...scriveva il Paolo detto Santo

Una figura sintesi dello Ying e Yang,l'unico grande mare a cui tutti i fiumi confluiscono?Dopotutto Dong Hai Chuan letteralmente vuol dire questo...

Nessun commento:

Posta un commento