domenica 10 luglio 2016

Baguazhang...un anno di noi



Mentre si ci accinge come gruppo Baguazhang Fiwuk al lavoro in Scozia,tra una riflessione ed un altra alle porte di un anno che va a concludersi trovo doveroso fare una sintesi di ciò che in federazione abbiamo costruito.

E mentre nel maggio dell'anno scorso iniziavo l'avventura a capo di quello che poi si è rivelato essere un gruppo unico e compatto con la genuinità e la follia di chi non ha mai conosciuto realtà sportive,federali,sigle sindacali,politici di turno,urlatori incalliti,amanti delle polemiche sui forum,etc etc oggi alle porte di quello che è l'ultimo impegno prima delle vacanze posso ritenermi più che soddisfatto.

Chi studia dinamiche dei gruppi sa bene la difficoltà di motivare,sostenere,alimentare la voglia di un team a lavorare e sa bene che sulla base di una programmazione adeguata il 60% dei risultati utili è già un enorme successo...ebbene il gruppo Baguazhang ha fatto meglio dell'Inter del triplete.

Qualità,esperienza,coraggio miscelati ad una vera e profonda amicizia ha portato a risultati storici per lo stile in Italia e non solo. Diventando un modello da imitare,da far proprio,perchè ha dettato una strada reale per l'intero kung fu tradizionale. Il Baguazhang ora è molto più presente sul web.
Molta più attenzione si è riversato sul settore e per quanto se ne possa e voglia dire questo è dovuto al lavoro incessante di questo settore federale. Molti gruppi hanno trovato ispirazione riscoprendo la natura per cui si erano nati,insomma un nuovo fermento c'è attorno al Kung Fu e per quanto nessuno lo ammetterà mai gran merito va a questa realtà federale.

Il progetto va avanti,si prepara al suo secondo anno.

Lo fa con identità,obiettivi. E la forza e la consapevolezza della qualità che ha fatto propria.

Un modello che guarda all'insegnante non come un usufruitore di servizi. Una persona da spremere.
Ma lo coglie nella sua ricchezza. Per ciò che può dare.

Un modello che Premia la competenza e crea competenza.
E che si basa su Pulizia e chiarezza: il kung fu purtroppo ha sempre avuto la piaga dell'improvvisazione se poi ci si addentra nel settore tradizionale ci si perde.
Un modello che guarda al futuro tiene conto di chi un giorno apprenderà. Con buona pace di chi ha costruito imperi sulle menzogne. Noi guardiamo al futuro.
Per garantire chiarezza e aiutare chi vuol studiare. Abbiamo osato parlare di lineage quando nessuno li menzionava. Il Risultato ora è che chiunque si pubblicizzi ci tiene a presentare il proprio pedigree...bene . Abbiamo aiutato il settore ,non la Fiwuk,ma il Baguazhang.
Insomma abbiamo creato cultura.

In un anno abbiamo creato i Baguafest,appuntamenti a tema nei parchi uno ogni stagione.
Portato il Baguazhang a scuola con 600 ragazzi. Due Internal Power Journey,dove abbiamo dato spazio alla cultura tradizionale. Presentato corsi di cinese. Di medicina tradizionale. Arrivati al parlamento europeo di Bruxelles. Organizzato in Scozia la prima edizione del Baguazhang Forum Europeo proprio nella cornice storica del Taichi Caledonia. Abbiamo fatto esami,consegnando autonomia all'intero settore. Organizzato stages con illustri maestri della disciplina. Organizzato viaggi studio in Cina. Trovato sponsor al settore e Trovato una sede Romana unica ed eccezionale.


Ad oggi si apre un nuovo capitolo.  Dove chiunque voglia e lo desideri può esserne protagonista.










Nessun commento:

Posta un commento