giovedì 31 marzo 2016

Per un Baguazhang a norma di legge :Qualifiche di Maestri,Istruttori,Allenatori


Diceva Einstein per spiegare la relatività che Quando un uomo siede vicino ad una ragazza carina per un’ora, sembra che sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa accesa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. 
Quindi il tempo è importante e relativo. Negli ambienti del sapere il tempo è fondamentale ma viviamo in un epoca molto relativa. Oserei dire superficiale. Dove tutti sanno tutto. Insomma si nasce maestri e non allievi. E l'apprendimento è diventato il ceppo che brucia al fuoco del tempo. 
Ecco quindi che ogni giorno ci si imbatte in corsi di formazione (nel nostro caso tecnico)
 proposti da  Associazioni, A.S.D, Enti di promozione sportiva, Federazioni Sportive del CONI,etc. Ma legalmente hanno valore? Capisco che in Italia tutti salgono in cattedra ed insegnano. Ma la domanda è se esiste una regola per questi corsi. 
I corsi finalizzati al miglioramento dell’efficienza fisica devono essere svolti con la presenza di un istruttore qualificato specifico per disciplina. Questo è l'elemento più importante. Non importa quale disciplina.
 Istruttore qualificato è colui il quale possiede un brevetto rilasciato dalle Federazioni Nazionali -Internazionali o Enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I. oppure è in possesso di un titolo accademico come la laurea in scienze motorie ( In tal caso si parla di professionista e non istruttore)
Le Qualifiche Internazionali rilasciate da altri organizzazioni Federazioni/Enti di promozione ecc. devono essere registrate presso l'Ente di promozione di appartenenza riconosciuto dal C.O.N.I.
Una nota fondamentale è che  i brevetti per avere validità legale devono essere emessi direttamente dai suddetti Enti preposti o dalle federazioni riconosciute dal C.O.N.I. e NON IN MODO INDIRETTO. 
Se L’associazione “PINCOPALLO” poichè affiliata ad un ente di promozione, rilascia attestati di formazione sportiva. Il valore legale del pezzo di carta è "Zero". Il titolo della "PINCOPALLO" ha solo valore all'interno dell'associazione stessa. In soldoni non posso insegnare in strutture estranee alla mia associazione.
Quindi, si ribadisce che un’associazione sportiva  che in Italia rilascia direttamente attestati, brevetti, o titoli fornirà ai propri allievi e ai propri tecnici soltanto un titolo associazionistico che ha valore esclusivamente nel proprio ambito ma che non fornira’ nessuna garanzia in ambito legale e anche fiscale, tranne nel caso che; una associazione sportiva Italiana ASD, che ha stipulato una convenzione nazionale con un Ente o Federazione riconosciuta dal C.O.N.I. faccia rilasciare i relativi attestati direttamente dal CONI.
Ma da una rapida analisi si capisce che è una cosa che non si fa...
Gli Enti di Promozione Sportiva Nazionale sono enti riconosciuti dal CONI che ne riconosce la loro esistenza ma non sempre il loro operato, essi sono deputati alla promozione e all’avviamento sportivo su base ludica e ricreativa non agonistica.
 Gli enti di Promozione rilasciano attestati riconosciuti e validi nell’ambito del sistema organizzativo degli enti di promozione stessa. Pertanto non sono autorizzati a dichiarare che la loro formazione sia riconosciuta dal CONI. A meno che non ci sia un Patrocinio con il CONI stesso, in tal caso l’attestato viene rilasciato direttamente dal CONI o dalla sede Nazionale (non regionale) dell’ente di promozione stesso con il logo del CONI Autorizzato. 
Le Asd (associazioni sportive dilettantistiche) le Ac (Associazioni culturali) Non potranno “MAI” rilasciare titoli con valore Legale/Fiscale certificabile, se non validi all’interno del proprio circuito associativo. Significa che tutti i corsi proposti da Associazioni pur se affiliate a federazioni o Enti di Promozione sportiva non sono Autorizzate a rilascere per conto di (CONI, Federazioni o eps) alcun titolo abilitante, nè tale titolo può essere approvato, riconosciuto e spendibile come Approvato dal CONI.
Questo è quanto la Legge riporta. 
Nel nostro settore sappiamo il grande  valore e la poesia che sta dietro alla rapporto col maestro e sappiamo che non è certo un percorso istituzionale a sancire chi o cosa debba arricchirmi. Tuttavia quando tutto questo si trasforma in un lavoro o un dopo-lavoro è giusto dare indicazioni chiare. Dopotutto chi si farebbe operare da un medico che non abbia conseguito la laurea?
Dopo una chiacchierata col mio amico M°Buffa decido di informarmi su una serie di corsi e la validità di questi ed ad oggi scopro che :CORSI DI MASSAGGIO in generale sono legati ad una serie di leggi:che dicono che il Massaggio in generale è prevalenza del Fisioterapista (Massofisiaoterapista – TdR – D.U) ,e solo il titolo in Scienze Motorie permette di intraprendere percorsi olistici.





 Consiglio questo link per una buona lettura
 http://www.ektafederation.com/index.php/titoli-brevetti-riconoscimento-coni

Nessun commento:

Posta un commento