domenica 29 novembre 2015

Intervista al M°Buffa Matteo

Maestro si racconti dove vive? Quanti anni ha? dove insegna?

Salve a tutti sono Matteo Buffa, ho 34 anni e insegno a Cagliari presso la A.S.D. Baxiankungfu, scuola di arti marziali fondata da me e dall’insegnante Sara Ambu.


Ha Viaggiato molto?

Sicuramente non abbastanza! I viaggi sono alla base della nostra ricerca. Purtroppo noi studiosi di Wushu spesso per poter ricevere un insegnamento valido dobbiamo andare in Cina, patria della disciplina. Noi personalmente ci rechiamo regolarmente, per periodi piuttosto lunghi, nei luoghi dove riteniamo di poter attingere ad un insegnamento autentico. Inoltre, invitiamo costantemente i maestri di riferimento della scuola e in questo modo manteniamo vivo il legame della linea di trasmissione. I primi anni del mio apprendistato mi recavo regolarmente alla volta di Jinan nello Shandong, dove ho avuto l'occasione di capire che cosa significasse studiare seriamente arti marziali tradizionali cinesi. Ora è da circa sette anni che la mia meta è Beijing, anche se non nascondo che nel 2016 abbiamo in programma di ritornare nello Shandong, ma questa è un'altra storia...

Un altro aspetto che ci porta a viaggiare spesso sono le competizioni. Da Orlando a Granada, da Beijing a Roma. Ogni anno una meta differente!



Il suo maestro, ci parli un po' di lui?
Cosa studia e con chi?

Io personalmente non ho un unico maestro. La scuola attinge da più fonti differenti. Ci sono maestri dai quali stiamo studiando il Neigong e il Taijiquan stile chen, maestri da i quali apprendiamo lo Shuaijiao ed in fine maestri con i quali approfondiamo il Baguazhang, lo Xingyiquan e Liuhe Tanglangquan.

Come abbiamo detto prima la nostra scuola nasce come un centro di ricerca, un laboratorio dove lo studio è l’aspetto più importante, e visto che io passo le mie giornate praticando il Wushu, mi posso permettere il “lusso” di approfondire più aspetti.
Molti maestri sono del parere che si debba studiare un unico metodo, altri che non si ottiene una vera maestria se non si conoscono più sistemi (io stesso conosco insegnanti cinesi che condividevano o una o l'altra tendenza), ad ogni modo credo che entrambe le strade siano valide. Si tratta di scegliere quella a noi più congeniale.

Comunque, dal momento che in questa sede si tratta di Baguazhang, vorrei parlare di Maestro Liu.
Maestro Liu Jingru è il maestro ufficiale della nostra scuola per quanto riguarda il Baguazhang lo Xingyiquan e il Liuhe Tanglangquan.
Io e la mia compagna Sara Ambu siamo stati accettati come allievi diretti tramite la cerimonia di Bàishī, siamo quindi suoi Túdi, entrando a far parte della linea di trasmissione del Baguazhang stile Chéng. Abbiamo ottenuto dal Maestro Liu il permesso per poter insegnare i metodi da lui trasmessi.
Credo che Maestro Liu Jingru abbia bisogno di poche presentazioni, essendo uno dei maestri viventi più famosi per quanto concerne il Baguazhang.
Oggi Maestro Liu ha settantanove anni (classe 1936), ma la sua tecnica rimane sempre di altissimo livello. Maestro Liu rappresenta una fonte costante di ispirazione per la nostra scuola ed è grazie a lui che possiamo apprezzare la profondità di uno stile come il Baguazhang.




La FiWuk, ci parli della sua esperienza in federazione

La mia esperienza in federazione è minima. Sono approdato nella FiWuK tre anni fa, ma per varie ragioni (che in questa sede preferirei non discutere) non ho mai ritenuto fino ad ora di partecipare attivamente ai suoi eventi.
Oggi grazie alla nascita di questo gruppo e ad una grande affinità di intenti, la situazione è cambiata.


Cos’è per lei la FiWuK?

Domanda difficile… Ora come ora non saprei rispondere. In ogni modo credo che la FiWuK sia il “luogo” più istituzionale e ufficiale dove poter svolgere le attività inerenti al Wushu in Italia.


Progetti futuri?


Tantissimi! Riassumibili in questa maniera: “studio, gare, viaggi, stage, e così via”!

https://www.facebook.com/Baguazhang-Fiwuk-1585670631682269/

Nessun commento:

Posta un commento